Principalmente sereno

22°C

Torre Santa Susanna

Principalmente sereno

Umidita' 92%

Vento 28.97 km/h

HOT NEWS

TORRE: SECONDO CICLO PELLEGRINAGGIO

L’ASD Bike Torrese ha compiuto, brillantemente,

il 2° Ciclo Pellegrinaggio a San Giovanni Rotondo.

Sabato 26 maggio, alle 03.45, l’ASD Bike Torrese si è radunata in Largo Pozzi a Torre Santa Susanna. Dopo una giusta colazione, un caffè e qualche sfottò generale come tra compagni di scuola, alle 04, 15, il gruppo di amici ciclisti, con a seguito tre auto con personale specializzato al sostentamento e alla loro incolumità (auto medica dell’associazione Antonio Maria Leo Onlus), ha cominciato a pedalare sulla via di Oria, direzione San Giovanni Rotondo (Fg).

 

Attraversando Francavilla Fontana, Ostuni, Fasano e da lì, con il mare a destra a fare da cornice, verso Monopoli, Polignano a Mare (Qui, piccola sosta davanti alla statua dedicata a Domenico Modugno), poi subito ripartenza.

 

Costeggiando sempre il mare, hanno attraversato Bari, poi Giovinazzo, Molfetta, Barletta, Santa Margherita di Savoia, Zapponeta, Manfredonia (qualche paese sarà sfuggito a me, ma non alle loro gambe) e, gli ultimi 8 Km li hanno percorsi in salita, con pendenza anche del 12/15 %.

Infine, 0re 17,00 San Giovanni Rotondo.

268 Km percorsi in 12h e 45’ Con tre soste di circa 20’.

 

Stremati per la fatica, non si sono fermati. Hanno ripreso fiato e, tutti insieme, si sono recati all’Oncoematologia Pediatrica “Casa Sollievo della Sofferenza”. Lì li attendevano il personale medico e qualche piccolo paziente, meno fortunato di tanti, per la consegna di quanto avevano raccolto (colori e materiale didattico per disegnare, oltre a qualche piccolo giocattolo), motivo valoriale dell’iniziativa. Dopo una brevissima sosta, tra la “gioia” dei regali e qualche lacrima, i bravi ciclisti sono andati in albergo e dopo aver deposto le bici, finalmente, si sono riposati.

Davvero una gran bella giornata per questi instancabili e straordinari “ragazzi”. Ma lo è stata anche per chi li ha accompagnati in macchina. Un vero momento di divertimento e spensieratezza, ma soprattutto di socializzazione e condivisione.

 

Avere passione e andare in bici vuol dire stare a contatto con la natura e goderne le sue fantastiche meraviglie e, una volta tornati a casa, riflettere su quanto e come quel tempo trascorso in bicicletta ha offerto.

 

La mattina successiva, un pullman di famigliari amici e “curiosi” increduli, li hanno raggiunti.

Dopo una visita di devozione nei luoghi di San Pio - per tutti sarà sempre Padre Pio - insieme sono andati in chiesa a partecipare e ringraziare per quanto era avvenuto e stava accadendo.

Durante la celebrazione un gruppo di loro, riconoscibili per la tenuta sportiva, ormai rilassati, ha partecipato alla processione offertoriale, donando, tra l’altro, il pane della nostra terra.

 

Il ciclo pellegrinaggio è stato impreziosito spiritualmente dalla presenza dei parroci, Don Antonio Carrozzo e Don Patrizio Missere che li hanno raggiunti in chiesa. Una gran bella festa!

Tutto l’evento, si può parlare di evento e non di semplice “passeggiata”, è stato ricco di forti e continue emozioni che possono solo evidenziarsi attraverso una semplice fatica.

 

Quello che hanno in serbo per il futuro questi eccezionali, seppur, simpaticamente, “incoscienti ragazzi”, non è dato sapere, anche se già si pensa ad un 3° Ciclo Pellegrinaggio o, addirittura, a un percorso più… faticoso. Quel che è certo è che negl’uomini-ciclisti dell’A.S.D. Bike Torrese, sta maturando sempre più quel senso di appartenenza a quel valore che fa aumentare il desiderio dello stare insieme, scoprendo la gioia di fare qualcosa, sì per loro stessi, ma prevalentemente per il prossimo, che è poi la cosa che rende tutti, uomini migliori.

loading...

Free Joomla! template by L.THEME