VI AUGURO DI PASSARE OLTRE ” “


In  Esodo ,XII,la celebrazione della prima Pasqua ebraica è narrata sostanzialmente così : “ll faraone ,che impediva agli ebrei  stanziati in Egitto di partire ,non era rimasto scosso  neppure dalle primr  nove calamità che Mosè aveva attirato taumaturgicamente  sul paese per ottenere il permesso di partenza;perciò Mosè per ordine di Dio ,provocò la decima ed ultima piaga intimamente connessa con la Pasqua ebraica.

Correva il mese di Abib ,detto più tardi di Nisan,che era il primo mese dell’anno  e corrispondeva  circa al nostro marzo-aprile,e Mosè diede ordina che ogni famiglia ebraica,nella notte fra i giorni 14 e 15 di detto mese, immolasse in casa propria un agnello  di un anno di età e immune di ogni difetto,il sangue dello animale immolato doveva essere sparso  sulla soglia e sugli stipiti della casa rispettiva;le sue carni dovevano essere arrostite e si dovevano mangiare insieme a pane azzimo e con erbe amare ;questo pasto doveva essere consumato in  maniera frettolosa,e coloro che vi partecipavano dovevano essere in veste ed atteggiamenti da viandante.

Perciò la la vittima,con tutto il rito furono chiamti Pasqua ossia “passare oltre” .In quella stessa notte infatti il Dio degli Ebrei Jahvè ,percorse l’Egitto penetrando nelle case  ad uccidervi tutti i primogrniti ,sia degli uomini ,sia degli animali ma davanti alle caase degli Ebrei cosparse di sangue della vittima chiamata “passar oltre” egli realmente passò oltre senza entrarvi e compiere la strage.Mosè ammaestrò il popolo,in vista del tempo futuro ,in cui sempre si sarebbe dovuto ripetere quel rito . Il rito della Pasqua come rito del passar oltre.
Ho voluto riportare  copiando quanto ho scritto perchè credo che mai come quest’anno la Pasqua è speranza e certezza per i credenti di “PASSARE OLTRE”. E’ vero non abbiamo  alcun Mose’ ma purtroppo per noi nani che si vestono impropriamente da condottieri.Pifferai magici e comici assurti a governanti o speranzosi di diventarlo

Anche noi però dobbiamo  PASSARE OLTRE  per liberarci dal MALE  che sia IL MOSTRO o LA PIAGA che ci sta colpendo ma anche per raggiungere l’altra sponda del fiume e riappropriarci dei nostri valori fondanti  e delle nostre indentità.

ALLORA IO VI AUGURO  UNA BUONA FESTA DEL PASSARE OLTRE  CHE SIA FESTAA DI TUTTI E INIZIO DI QUEL VIAGGIO VERSO LA NOSTRA  VERA TERRA:
BUONA PASQUA   DA ME  ;DALLA REDAZIONE  E DA TUTTI COLORO CHE INSIEME A NOI VORRANNO ” PASSARE OLTRE”.

uccio missere