Covid, 876 casi: 64 nel leccese. Positivi 3 migranti dell’ultimo sbarco. Un altro caso nelle forze dell’ordine

Fonte: corrieresalentino.it

LECCE – Nonostante le grosse difficoltà delle terapie intensive del nord della Puglia, il Salento continua ad avere numeri in costante calo. Rianimazione del DEA continua ad ospitare pazienti provenienti da fuori provincia, ma i numero sono molto contenuti. Il SARS-CoV-2 circola, comunque, nella provincia leccese: in mattinata sono emersi 3 migranti positivi, che fanno parte del gruppo del recente sbarco e che sono stati portati al Don Tonino Bello di Otranto. Ieri vi abbiamo dato la notizia relativa a un’insegnante positiva in una  scuola media di Lecce. Mentre è notizia di oggi la positività di un uomo delle forze dell’ordine operativo a Lecce come scorta. In provincia Alessano è nella fascia 21-50 attualmente positivi, secondo la mappa epidemiologica della Regione Puglia. Gagliano scende nella fascia 6-10. I ricoverati scendono a 1.588. Continua a salire il numero dei guariti: ora sono 26.726. Oggi, martedì 22 dicembre 2020, sono stati registrati 10.420 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 876 casi positivi: 340 in provincia di Bari, 50 in provincia di Brindisi, 71 nella provincia BAT, 150 in provincia di Foggia, 64 in provincia di Lecce, 199 in provincia di Taranto, 3 residenti fuori regione. 1 caso di provincia di residenza non nota è stato riclassificato e attribuito. Sono stati registrati 35 decessi: 6 in provincia di Bari, 15 in provincia BAT, 2 in provincia di Brindisi, 3 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Lecce, 7 in provincia di Taranto.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 974.063 test.

26.726 sono i pazienti guariti.

53.292 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 82.263, così suddivisi:

31.667 nella Provincia di Bari;

9.485 nella Provincia di Bat;

5.992 nella Provincia di Brindisi;

18.216 nella Provincia di Foggia;

6.445 nella Provincia di Lecce;

9.915 nella Provincia di Taranto;

470 attribuiti a residenti fuori regione;

73 provincia di residenza non nota.