E’ MORTA UNA GIOVANE TORRESE

Non vorremmo mai dare notizie del genere. Non vorremmo mai parlare della morte di giovani. Morire a Novembre in una giornata brulla è ancor più doloroso di quanto si possa pensare. Facciamo il nostro mestiere , ma non vorremmo mai scrivere di vite spezzate e del dolore di chi rimane. E’ innaturale per un genitore seppellire i propri figli, è inaccettabile il pensiero che si possa morire a poco più di 20 anni. Sogni, speranze che vengono cancellate. Noi della redazione della Voce Sud ci stingiamo ai genitori e ai parenti ed esprimiamo il nostro cordoglio come crediamo faranno tutti i Torresi.