Covid. Contagi quasi dimezzati in una settimana nel Brindisino

Fonte: bindisireport.it

BRINDISI –  Aggiornamento settimanale dei dati sull’emergenza sanitaria nell’ultimo report a cura dell’Unità operativa di Epidemiologia del Dipartimento di Prevenzione della Asl, elaborato su fonte dati sorveglianza integrata dei casi di Coronavirus Covid-19 in Italia – Istituto Superiore di Sanità. I casi comprendono i positivi accertati con tamponi molecolari e antigenici certificati. Alla data del 15 maggio 2022 risultano positivi 3.415 soggetti (alla data dell’1 maggio 2022 erano positivi 5.461 soggetti), il 44,8 percento uomini e il 55,2 percento donne, con età media di 45 anni. I positivi sono così suddivisi per fasce di età: 643 nella fascia 0-18 anni, 2.077 tra 19-64 anni, 507 tra 65-79 anni, 188 negli 80 e oltre.

Per quanto riguarda la distribuzione per Comune i positivi sono 634 a Brindisi (1.123 sette giorni fa), 419 a Fasano (erano 684) 298 a Ostuni, (erano 459), 287 Francavilla Fontana, (erano 464), 225 a Mesagne, (erano 338), 204 a Ceglie Messapica, (erano 222), 186 a Cisternino, (erano 2016), 167 a Carovigno, (erano 268), 156 a San Vito dei Normanni, (erano 327), 127 a San Pietro Vernotico, (erano 188), 111 a Latiano, (erano 155), 109 a Oria, (erano 234), 86 a Torchiarolo, (erano 81), 78 a San Donaci, (erano 106), 77 a Torre Santa Susanna, (erano 110), 70 a San Pancrazio Salentino, (erano 123), 53 a Erchie, (erano 95), 53 a Villa Castelli, (erano 83), 44 a San Michele Salentino, (erano 78), 31 a Cellino San Marco (erano 98). I Comuni della provincia di Brindisi con i maggiori valori di incidenza cumulativa sono, nell’ordine, Torchiarolo, Oria, Brindisi, Cellino San Marco.

Nel periodo compreso tra il 24 febbraio 2020 e il 15 maggio 2022, i soggetti risultati positivi al test sono stati 103.754, con una incidenza cumulativa stimata pari a 2.657,3 casi x10.000 residenti. Dei 103.754 soggetti risultati positivi al test, il 54 percento sono donne e il 46 percento sono uomini e l’età media è pari a 39 anni. Il tasso di letalità è pari allo 0,6 percento. All’aumentare dell’età si osserva un incremento di tale tasso. Sono 586 i decessi totali: 479 casi tra persone che hanno tra 70 e 90 anni e più; 67 tra i 60 e i 69 anni, 27 casi tra i 50 e i 59, 10 casi tra i 40 e i 49 e 3 nella fascia 30-39.