Ragazza si sente male in mare a San Pietro in Bevagna, salvata da poliziotto in vacanza

Fonte: pugliasera.it

Un poliziotto, che presta servizio alla Sezione di Polizia Giudiziaria della Procura della Repubblica del Tribunale di Lanciano, in Abruzzo, ha soccorso e messo in salvo una giovane donna che è stata colta da malore mentre faceva il bagno insieme ad un amico in località San Pietro in Bevagna, sulla costa jonica in provincia di Taranto.

L’agente, in vacanza con tutta la famiglia sul litorale pugliese, ha sentito le grida d’aiuto di due ragazzi che si trovavano in acqua a circa 100 metri dalla riva ed ha capito subito che non si trattava del solito scherzo burlone. Senza pensarci due volte, ha raggiunto la riva correndo e si è tuffato in acqua. Dopo averli raggiunti, ha notato che la ragazza era priva di sensi, aveva un colorito cianotico e schiuma intorno alle labbra e al naso. Afferrata saldamente la donna, si è adoperato a portarla in salvo fino alla riva, grazie anche all’aiuto di un altro bagnante. L’altro ragazzo, invece, è stato soccorso da un altro villeggiante e da un bagnino che prestava servizio nell’attiguo stabilimento balneare che li ha raggiunti e fatti salire a bordo del pattino.

Una volta adagiata sul bagnasciuga, la ragazza, posizionata su un fianco per consentirle di espellere l’acqua presente nei polmoni ed evitare il soffocamento, ha iniziato a dare segni di ripresa. Poco dopo sono stati raggiunti da un altro bagnino del vicino stabilimento balneare e da una infermiera, anche lei in vacanza al mare, che si è prodigata a prestarle le prime cure necessarie.

I due giovani sono stati trasportati dall’autoambulanza, giunta subito dopo, all’ospedale più vicino per ulteriori accertamenti.