Piatto del giorno, spaghetti con pomodoro fresco e merluzzo

 

Gli spaghetti con pomodoro fresco e merluzzo si preparano lavando il merluzzo e lessandolo per poi sfilettarlo e completare la cottura con i pomodoti, il sugo realizzato condirà gli spaghetti lessati al dente. Ecco i passaggi per gli spaghetti con pomodoro fresco e merluzzo

 

Difficoltà : facile

Costo : economico

Tempo : 20 minuti

Ingredienti : per 4 persone

2 Pomodori da insalata

300 g Merluzzo

5 cl Vino bianco

1 spicchio Aglio

3 cl Olio di oliva extravergine

8 foglie Basilico

1 mazzetto Prezzemolo tritato

q.b.Sale e pepe

350 g Spaghetti

{source}
<iframe style=”width:120px;height:240px;” marginwidth=”0″ marginheight=”0″ scrolling=”no” frameborder=”0″ src=”https://rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?ref=tf_til&t=lavoceasud-21&m=amazon&o=29&p=8&l=as1&IS1=1&asins=B01BLPMDKC&linkId=be728ebf5edb8406e1418e0930f48496&bc1=ffffff&lt1=_blank&fc1=333333&lc1=0066c0&bg1=ffffff&f=ifr”>
</iframe>
{/source} 

Preparazione:

 -Lavate e pulite il merluzzo, mettetelo a cuocere in acqua fredda salata, fino ad ebollizione; scolatelo e sfilettatelo.

 -Nel frattempo tagliate a dadini o a fette sottili il pomodoro, salatelo e ponetelo su uno scolapasta per far perdere l’eccesso di acqua di vegetazione.

 -Condite il pomodoro con l’aglio tritato finemente, il basilico spezzettato, il prezzemolo il vino bianco e il pepe.

 -Mescolate, mentre si versa l’olio a filo. Sempre mescolando fate scaldare leggermente e aggiungete la polpa di merluzzo.

 -Cuocete gli spaghetti al dente in abbondante acqua salata, scolateli, versateli in padella e fateli mantecare leggermente sul fuoco con il pomodoro e il pesce. Servite subito.

 

Curiosità:

Gli spaghetti con pomodoro fresco e merluzzo costituiscono una fresca preparazione estiva, molto gustosa in particolare la sera per la sua alta digeribilità.Il merluzzo viene chiamato anche nasello, è un pesce di grande digeribilità e ha carni molto saporite. In Inghilterra viene anche affumicato ed è noto come Haddock.

 

{source}
<script async src=”//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js”></script>
<ins class=”adsbygoogle”
style=”display:block”
data-ad-format=”autorelaxed”
data-ad-client=”ca-pub-3187290804815201″
data-ad-slot=”8080522823″></ins>
<script>
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});
</script>

<script async src=”//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js”></script>
<!– la voce top –>
<ins class=”adsbygoogle”
style=”display:block”
data-ad-client=”ca-pub-3187290804815201″
data-ad-slot=”3924681629″
data-ad-format=”auto”></ins>
<script>
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});
</script>
{/source}