ERCHIE: INSEGUENDO UN SOGNO

Erchie- Di storie come questa ve ne sono tante sparse per l’Italia, molti giovani cercano di “salvarsi” dalla disoccupazione attraverso le forze armate.

Giuseppe Perrucci  nativo di Torre Santa Susanna ma sposato e residente a Erchie dove gestisce un bar, sin da giovane ha sognato di indossare una divisa ed ha tentato anche nell’Arma dei Carabinieri una passione ereditata da uno zio appuntato.

Quel tentativo nell’Arma sfumò, Giuseppe intanto continua a studiare  vivendo la vita dei 20 anni. Si sposa con Laura dalla quale  sono nati  Francesco e Carol vivendo in armonia da ben 19 anni.  Giuseppe,  comunque ha sempre un occhio di riguardo le forze armate e quando stava per perdere la speranza  avviene il “miracolo”.

Viene contattato  da un Istituto di vigilanza a cui aveva mandato un curriculum   molto tempo addietro, lui quasi si era dimenticato, supera un colloquio selettivo e dopo l’iter burocratico di scartoffie, ottiene il decreto di guardia particolare giurata con conseguente nomina di agente di pubblica sicurezza.

E da circa un mese inizia la sua nuova avventura lavorativa con alto senso del dovere.

“Intervistato” da  un cronista di questo giornale, visibilmente commosso ha semplicemente detto: Ho intrapreso un lavoro appassionante, rischioso e allo stesso tempo pieno di responsabilità per il possesso di una pistola di ordinanza.

A Giuseppe vanno gli auguri di buon lavoro dalla redazione tutta della La Voce A Sud.